Marina Sereni
Marina Sereni
<b>949</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>34</b> Eventi da me promossi
<b>150</b> Interventi a Montecitorio
<b>135</b> Impegni in Italia
<b>55 </B> Missioni e incontri internazionali
Media
IL TARTUFO ALL'UNESCO/RASSEGNA STAMPA/AUDIO/VIDEO
“La presentazione della candidatura del tartufo all’Unesco quale patrimonio immateriale dell’Umanità è la piacevole conclusione della Mostra "In volo sull'Umbria" che ha chiuso i battenti venerdì 23 giugno.  Grazie alla collaborazione dell'Associazione Metamorfosi, nelle prossime settimane la mostra si sposterà ad Amalfi, dal 21 luglio al 10 settembre, e tornerà in Umbria, a Spoleto, dal 6 al al 30 ottobre. Le foto si possono acquistare e che il ricavato sarà destinato al restauro di un'opera d'arte danneggiata dal terremoto dello scorso anno".  L'ho detto aprendo l’incontro di presentazione della candidatura che si è svolto presso la sala del Cenacolo della biblioteca della Camera. Ecco una piccola rassegna stampa.
 [segue...]
RASSEGNA STAMPA/VIDEO/RADIO/WEB...GRAZIE A TUTTI
L'attenzione dei grandi giornali, delle tv nazionali e locali, la radio, i siti, i blog, gli specializzati d'arte e fotografia. Grazie a tutti per l'attenzione con la quale è stata annunciata ed è seguita la mostra "In volo sull'Umbria"che abbiamo inaugurato giovedì 25 maggio alla presenza del ministro Franceschini. Qui una piccola rassegna stampa/video/web per ringraziare ancora tutti e per invitarvi a visitarla. Alla biblioteca della Camera dei deputati fino al 23 giugno...
 [segue...]
ARRIVANO 824 MILA EURO PER LE ATTIVITA' CULTURALI UMBRE
Grande spazio da "Il Messaggero", attenzione da "La Nazione" e da "Il Corriere dell'Umbria" e poi, Umbria24, UmbriaOn, Umbria Journal. Quotidiani e siti on line hanno dato risalto alla mia dichiarazione di martedì che dava la notizia che il ministro della Cultura, Dario Franceschini avesse appena firmato il decreto di riparto dei fondi per le attività cultutrali nelle zone terremotate: oltre 820 mila euro per la nostra Regione. Vi propongo articoli e link.   [segue...]
“Il populismo ha delle ragioni legate a verità interne della crisi delle democrazie, si sovrappone alla tradizionale dialettica conservatori e progressisti, confondendoli, e per questa ragione interroga le famiglie politiche tradizionali. C’è un discorso pubblico che ci indica di ripensare i paradigmi del nostro benessere, e con essi la stessa democrazia, verso l’alto e verso il basso: “cedere cioè sovranità a qualcosa che funzioni e “ripensare partiti e cultura organizzativa”, dandosi strumenti di partecipazione e ripensando i sistemi di protezione sociale dalle fondamenta”. Ho detto questo e molto altro nell'interessante tavola rotonda organizzata dall’Associazione per il Riformismo e la Solidarietà (Ares) in collaborazione con Comin & Partners, intitolato “Dal populismo al buon governo, restituire dignità alla politica”. Vi segnalo l'articolo di Formiche.net

  [segue...]

Mercoledì, 22 marzo, abbiamo approvato in Ufficio di presidenza a Montecitorio una delibera che istituisce un prelievo di solidarietà sulle pensioni degli ex deputati. Ecco l'intervista raccolta da Carmelo Lopapa su La Repubblica.

ROMA. «Abbiamo assistito a una scena inquietante, mai vista. La stanza dell' Ufficio di presidenza, dove eravamo riuniti, aperta con la forza da decine di deputati del M5S, carichi di rabbia. Hanno sfondato il cordone, gli assistenti parlamentari scossi, qualcuno si è fatto male. Una situazione violenta, davvero brutta». Marina Sereni (Pd), vicepresidente della Camera, è l' autrice della miniriforma del vitalizi passata ieri, finita nel mirino delle contestazioni, a fine giornata appare provata.  [segue...]
QUANDO UNA SOLA CAMERA SI DA' REGOLE SULLE LOBBYING
Ora che la Camera dei deputati ha lanciato il primo registro delle lobby del Parlamento italiano, Marina Sereni si ritiene in buona parte soddisfatta. Eletta per la prima volta nel 2001, è dal 2013 vicepresidente della Camera. A lei Laura Boldrini aveva affidato lo scorso anno il compito di definire le nuove regole per i portatori di interesse in vigore dal 10 marzo a Montecitorio. “Un punto di partenza”, afferma Sereni in un’intervista telefonica con Euronews. “Ci siamo dati un anno di sperimentazione”.

Su Euronews.com un articolo sulla recente approvazione del regolamento sulle lobby alla Camera. Ve lo segnalo nella versione in italiano e in inglese. [segue...]

DIRITTI: mettersi al passo con l'Europa migliore

 

 

Tra meno di un mese Roma ospiterà le celebrazioni del 60 anniversario della firma dei Trattati di Roma da cui prese le mosse il processo di unificazione politica, economica, sociale e civile dell'Europa. Nonostante tutti i limiti e le fragilità l'Unione Europea come la conosciamo oggi è il più straordinario esempio di integrazione democratica avvenuto nel mondo. Grazie ad essa abbiamo goduto di un lungo periodo di pace, di crescita e di progresso civile. La crisi economica e sociale che ha attraversato il continente in questo ultimo decennio ha offuscato questi risultati e prodotto paure e insicurezze, facendo emergere sentimenti antieuropei profondi, cavalcati anche in Italia da alcune forze politiche - dalla Lega a Fratelli d'Italia, dal M5S a frange della sinistra radicale.

 [segue...]
Con Nicola Corda, per i quotidiani locali del Gruppo Espresso, ho parlato di questi giorni difficili per il Pd. Vi propongo le pagine de La Gazzetta di Mantova, ma potete trovarla anche su altri quotidiani del gruppo.

 "Lo spazio per evitare la scissione è poco e lo scontro sulle date è assurdo". Marina Sereni vicepresidente della Camera ed esponente di Areadem che fa capo al Ministro Franceschini, è preoccupata dallo show down nel Pd.
Che margini ci sono per evitare la scissione?

"Molto stretti purtroppo. Siamo a un passaggio delicatissimo e chi come me crede nel Pd spera in un avvicinamento delle posizioni. Ci possono essere soluzioni diverse e mediazioni, ma non ci si può dividere prima di un congresso" [segue...]

CYBERBULLISMO:SODDISFATTA QUANDO AVREMO APPROVATO LA LEGGE
"Non possiamo non trovare un equilibrio tra i diversi elementi, non possiamo concludere la legislatura senza aver definitivamente approvato la legge contro il cyberbullismo. L'ho detto aprendo i lavori della conferenza di approndimento e confronto organizzata da Telefono Azzurro qui a Montecitorio in occasione della XIV edizione del 'Safer Internet Day', evento istituito e promosso dall'Unione europea al fine di perseguire gli obiettivi fissati dall'Agenda digitale per l'Europa  e nella strategia Europa 2020. Importante prevenire e non lasciare soli i ragazzi vittime di bullismo, cerchiamo insieme le strade migliori per rendere internet un luogo sempre più sicuro. Ecco la mia intervista a Il Punto condotto da Stefano Anderson per GrParlamento. [segue...]
BUSTA PESANTE, SOLUZIONE IN VISTA
Vi segnalo sul Corriere dell'Umbria un approfondito articolo che prende spunto da un mio intervento e da una mia dichiarazione sulla soluzione che abbiamo proposto per risolvere i problemi creati da una errata scrittura della norma sulla 'busta pesante'.

PERUGIA- Tra le questioni da risolvere urgentemente c'è quella della busta pesante che , per una virgola sul testo di legge, crea discriminazioni incredibili. A farsi sentire, in proposito, è l'onorevole Marina Sereni (Pd): "Purtroppo sono emersi degli errori nella formulazione di alcune misure, come quella relativa alla busta pesante per i dipendenti di aziende private o enti pubblici il cui domicilio fiscale sia fuori dal cratere. Contemporaneamente sono emerse nuove problematiche che meritano l'attenzione delle istituzioni.  [segue...]
Vi segnalo un articolo di Lorenzo Salvia su Il Corriere della sera che anticipa la riunione dell'Ufficio di presidenza della Camera sulla rappresentanza di interessi di cui mi occupo. 

La Camera dei deputati avrà presto uno strumento per rendere trasparente quell' attività che spesso trasparente non è: la cosiddetta «rappresentanza degli interessi», insomma il lavoro delle lobby. Oggi l' ufficio di presidenza di Montecitorio dovrebbe approvare la proposta di regolamentazione presentata dalla vice presidente Marina Sereni, Pd. Cosa cambierà? [segue...]
PD: basta guerriglia, guardiamo al futuro
L'Unità on line ospita oggi il mio editoriale che ha dato il titolo alla consueta newsletter settimanale. Lo ripropongo anche nella sessione media del sito perché resti traccia degli argomenti di questi giorni anche quando questi giorni saranno passati. E dunque, per chi non l'avesse letto sul sito, né su Twitter o Facebook o su unita.tv...Eccolo [segue...]
Su Radio Radicale la mia intervista sul prossimo referendum costituzionale del 4 dicembre raccolta da Lanfranco Palazzolo. "Ho vissuto questi giorni di campagna per il Sì vivendo due campagne elettorali. Quella tra la gente, molto bella, grande passione civile, molti dubbi, molte domande, ma anche molto entusiasmo. E quella dei grandi mezzi di comunicazione e dei social network: molto aspra, con molti insulti, spesso con dei tecnicismi esasperati..." [segue...]
Sala Conferenze Confartigianato Imprese Terni - Via L. Casale, 9 

Intervengo all'incontro "Referendum Costituzionale. Le ragioni del sì e del no" promosso dalla Confartigianato Imprese di Terni.

La mia dichiarazione al TG3 Umbria [segue...]

UMBRIA: AL TERRITORIO SERVE UNITA'
Su Il Messaggero dell'Umbria, edizione Terni, una mia intervista sulla Regione e sul comune di Terni.
di Sergio Capotosti

 

È un netto richiamo all'unità e al senso di responsabilità quello che la vicepresidente della Camera, MarinaSereni, manda tanto alla Regione dell'Umbria quanto al Comune di Terni, passando ovviamente per tutti i livelli di rappresentanza politica: segreterie di partito e consiglieri compresi. «Tutte le volte che le istituzioni lavorano insieme si ottengono risultati» [segue...]

Su Il Messaggero Umbria, vi segnalo un mio articolo

Mentre oggi saremo in tanti ad ascoltare Matteo Renzi che arriva a Perugia per sostenere le ragioni del Sì, il prossimo fine settimana ad Assisi, per iniziativa dell'Associazione "Nessun dorma - Umbria", si terrà un interessante appuntamento sulla comunicazione politica e il referendum costituzionale. Sono convinta che gli argomenti del Sì siano tanto più solidi quanto più siamo in grado di parlare all'opinione pubblica larga, ai cittadini e alle cittadine "normali", a quegli umbri che magari guardano con distacco e a volte disincanto la politica. Quanto più riusciamo ad allargare la consapevolezza sui contenuti effettivi della riforma e a raccontarli in termini comprensibili ed onesti agli elettori tanto più credo che il referendum sarà messo al riparo dal diventare una rissa più o meno mediática tutta intema al ceto politico. [segue...]

A Lanfranco Palazzolo, di Radio Radicale, ho rilasciato questa breve intervista al termine di una giornata di votazioni e polemiche sul bilancio di Montecitorio. Dibattito sempre positivo, se serve a porre dei correttivi all'opera di risparmio intrapresa con vigore dalla Camera, ma non privo di mistificazioni e propaganda. Ho risposto al giornalista che i soldi restituiti dai 5S non sono più importanti da quelli destinati da altri parlamentari ai partiti, strumenti della democrazia o ad altre opere e che chi dice quanto restituisce, e intendo i 5S, deve dire anche quanto chiede di rimborso. Fino a novemila euro! Ecco l'intervista [segue...]
CRISI IN BRASILE, LA MIA OPINIONE
"E' un pessimo momento per la sinistra verde-oro; e di conseguenza latinoamericana, considerando il ruolo di potenza regionale del Brasile, il soft power esercitato nell'Area. Non bastava il noto impeachment - sinora provvisorio - nei confronti della presidente Dilma Rousseff, da più parte definito un golpe morbido. Una definizione non campata in aria, aggiungiamo". Questo l'incipit dell'intervista di Francesco Giappichini che per Lettera43, ha voluto sentire la mia opinione sulla crisi in Brasile al rientro della missione parlamentare per la V riunione del Gruppo di amicizia parlamentare Italia - Brasile. [segue...]
"Italia e Brasile sono due Paesi amici che hanno molteplici motivi per continuare a collaborare insieme e questo prescinde dal colore dei governi e anche dalle vicende politiche interne di ciascuno stato. La diplomazia parlamentare per sua natura è pluralista". Stefania Pelusi per "Comunità Italiana" ha voluto sentirmi sulla missione in Brasile, ecco l'intervista apparsa sul numero di luglio (pg 16-20). [segue...]
Una delegazione della Camera dei deputati, che guido e composta dagli onorevoli Renata Bueno, Fabio Porta e Mirko Busto, è in Brasile per partecipare alla Quinta riunione della Commissione di collaborazione italo-brasiliana, che si tiene a Brasilia.  Lo sviluppo dei rapporti economici bilaterali;  sviluppo delle relazioni culturali; qualità della spesa pubblica; applicazione dell’Accordo di Parigi; immigrazione...i temi che tratteremo. Durante la nostra permanenza vremo modo di incontrare rappresentanti della comunità italiana a San Paolo e a Brasilia, avremo incontri di carattere istituzionale e visiteremo progetti sociali realizzati nel Paese in collaborazione con enti ed ONG italiane.Ecco la sintesi della nostra missione secondo O Globo,la maggiore media network del Brasile (e di tutta l’America latina).   [segue...]
Ho risposto volentieri alle domande di Natalia Lombardo  su l'Unitá dopo che ieri, la conferenza dei capigruppo di Montecitorio ha messo in calendario per settembre la mozione di SI sull' Italicum. Anche per chiarire alcune ricostruzioni errate. Ecco quello che penso sul dibattito parlamentare, sulle riforme, sulle risposte che dobbiamo dare al Paese.

 

di Natalia Lombardo 

"Possiamo discutere alcuni punti della legge elettorale, ma non tornare sull' architrave, sulle norme che garantiscono la governabilità», secondo Marina Sereni, Pd, vicepresidente della Camera.
Ci sono molte spinte per cambiare l' Italicum. Discutere la mozione di SI va un po' in quel senso?
«La mozione di SI è stata inserita nel calendario di settembre come parte di quel 25% di proposte che spettaall' opposizione, e decidono loro quale discutere, non lo sceglie la maggioranza. È un' occasione di confronto sulla costituzionalità dell' Italicum, ma i punti cardine della legge elettorale non sono in discussione perché, insieme alla riforma costituzionale, disegna un sistema istituzionale più semplice e più stabile. In ogni caso qulla elettorale è una legge ordinaria, se c' è qualcosa da discutere discuteremo». [segue...]

Cresciuta nella politica del secolo scorso, mi trovo spesso a pensare le parole di una celebre canzone di Giorgio Gaber che ironizzava, non senza fondati motivi, sugli stereotipi destra/sinistra. Ricordate? La vasca di destra, la doccia di sinistra; la minestra di destra, il minestrone di sinistra...
Oggi non sono pochi a sostenere che la contrapposizione tra destra e sinistra sia ormai sepolta, sostituita da quella, più moderna, tra riformismo e populismo. Ovviamente c' è del vero in questa riflessione che tuttavia meriterebbe di essere maggiormente approfondita. Indubbiamente guardando ad alcune grandi questioni della nostra epoca - la lotta al terrorismo islamico, la gestione del fenomeno immigrazione, la riposta da dare alle contraddizioni create dalla globalizzazione dell' economia - vediamo una duplice polarizzazione nella politica, in Europa così come negli Stati Uniti. [segue...]
Il libro del Prof. Ragni presentato dalla Sereni
“Abbiamo voluto presentare questo saggio per avviare un’interlocuzione nel luogo in cui non solo si fanno le leggi ma anche dove si impostano le politiche e si programmano scelte che influenzano economia e ambiente”. Così la Vicepresidente della Camera dei deputati Marina Sereni introducendo la presentazione del libro “Wildlife Economy. Nuovo Paleolitico” del Prof. Bernardino Ragni, professore di zoologia ambientale e di gestione faunistica presso l’Università di Perugia. [segue...]
Un simbolo di questa città:
"La Gazzetta di Foligno, in questi 130 anni, ha attraversato la storia di questa città, raccontando, dal proprio particolare punto di vista, i principali aspetti della vita della nostra comunità. Nato come settimanale della Diocesi per diventare un “moderno” canale di informazione che desse voce ai cattolici folignati in tempi difficili e contrastati sul piano sociale e politico, si è caratterizzata fin dai primi anni come strumento di informazione che ambiva a rivolgersi alla comunità folignate nel suo intero e non solo a quella parte, sicuramente cospicua, che partecipava alla vita della Chiesa locale. E questo ruolo lo ha svolto negli anni in maniera chiara e libera, esprimendo la sua visione con forza e passione". [segue...]
Un'occasione da non perdere per il riordino delle Istituzioni
Di Valeria Fedeli * e Marina Sereni**

Caro direttore, la legislatura in corso si sta caratterizzando per una profonda azione di riordino istituzionale del Paese e per un giusto contenimento dei costi della politica. Come vicepresidenti del Senato e della Camera, sulla base degli indirizzi dei nostri presidenti e dei Consigli di presidenza, abbiamo lavorato in questi anni per dare un contributo a questo processo. È una strada intrapresa sin dall' inizio del nostro mandato, con un progetto di rinnovamento delle amministrazioni di Camera e Senato, avviato già prima della riforma costituzionale, ma che il ddl Boschi conferma e rafforza. Le novità introdotte con la riforma costituzionale rendono infatti quella amministrativa un suo corollario essenziale: il nuovo assetto istituzionale potrà funzionare al meglio solo se sarà accompagnato da un modello amministrativo funzionale ai suoi obiettivi di innovazione, specializzazione, razionalizzazione, semplificazione. La riforma Costituzionale, all' articolo 40 prevede, infatti, l' integrazione funzionale delle amministrazioni parlamentari, il ruolo unico dei dipendenti e uno statuto unico del personale. [segue...]

SPERANZE E DUBBI, I RAGAZZI CI INTERROGANO. NON DELUDIAMOLI
Terrorismo, Euro, immigrazione, innovazione, alimentazione, cultura come valore fondante dell’Europa. I ragazzi della scuola media dell’Istituto Comprensivo Elsa Morante di Roma si esprimeranno con un disegno o un tweet sui temi che uniscono e dividono l’Europa. I primi loro lavori, i loro dubbi, le loro speranze nella Sala Aldo Moro di Montecitorio per un confronto con Marina Sereni, Gianni Pittella e Antonio Tajani in occasione della presentazione di #SpecialeEuropa, il progetto dell’agenzia televisiva nazionale Vista volto a far conoscere il lavoro del Parlamento europeo sui media italiani, con una particolare attenzione al pubblico giovanile. Dieci ragazzi  che partecipano al progetto verranno premiati dall’Agenzia Vista con un viaggio a  Bruxelles di due giorni per una visita al Parlamento europeo.  Guarda il Video https://www.youtube.com/watch?v=Vw_FCenPGZQ#t=253 [segue...]
Onorevole Sereni, ma davvero la gaffe delle statue coperte con l' arrivo del presidente iraniano Rouhani è solo colpa di una dirigente?
«Non ho motivo di dubitare delle parole del presidente Renzi e del ministro Franceschini. C' è una verifica interna che dovrà chiarire come sono andate le cose. E' giusto cercare di far sentire gli ospiti a loro agio ma con fantasia e buon senso, in questo caso mi sembra qualcuno sia stato troppo zelante».
Marina Sereni vicepresidente vicaria Pd della Camera sarà oggi a Genova su invito della Fondazione Casa America.
 [segue...]
La riforma Costituzionale, all' articolo 40 prevede che « entro la legislatura in corso alla data della sua entrata in vigore, la Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica provvedono, secondo criteri di efficienza e razionalizzazione, all'integrazione funzionale delle amministrazioni parlamentari, mediante servizi comuni, impiego coordinato di risorse umane e strumentali ed ogni altra forma di collaborazione. A tal fine è istituito il ruolo unico dei dipendenti del Parlamento, formato dal personale di ruolo delle due Camere, che adottano uno statuto unico del personale dipendente...A questo stiamo lavorando. Ne parlo con Matteo Cortese in un'intervista a GRParlamento (Il Senato dopo la Riforma) .

http://www.grparlamento.rai.it/dl/portaleRadio/media/ContentItem-070723e0-e4b1-4bd1-8f87-6cd84bde2904.html [segue...]

Con il voto della Camera di lunedì la riforma costituzionale si consolida e si avvia al traguardo finale. Ad ottobre si terrà il referendum confermativo e sono sicura che gli italiani avranno modo di apprezzare lo spessore e la qualità di un ridisegno istituzionale che rende il Parlamento più moderno, efficiente ed autorevole. Ma intanto c'è una norma che sta già trovando concreta attuazione per volontà delle Presidenze di Camera e Senato (...) Il mio articolo su l'Unità [segue...]
"Ci aspettano due fine settimana cruciali per il Pd. L'organizzazione di oltre 1200 banchetti in tante città italiane rappresenterà un'occasione straordinaria per parlare con iscritti ed elettori, per rispondere alle domande dei cittadini, per raccontare le riforme che stiamo facendo, ma anche per ascoltare i dubbi e i problemi. Sarà il modo migliore per misurare la nostra capacità di mobilitazione, per motivare tutte le nostre energie, per  fare nuovi iscritti, per comprendere gli umori del nostro "popolo".  Sono sicura che l'iniziativa riuscirà, che scopriremo per l'ennesima volta un partito vivace e vitale, con tante persone che hanno voglia di spendere un po' del loro tempo per far crescere e radicare le nostre idee di giustizia e di libertà, di progresso e di crescita, di innovazione e solidarietà". [segue...]
“Penso che sia urgente superare questo stallo. La Corte Costituzionale, è il massimo organo giurisdizionale e deve essere messo nella condizione di funzionare. E’ evidente che con la mancanza di ben tre membri, basta un niente, come l’assenza di uno dei giudici che attualmente ne fanno parte, perché la Corte si blocchi. Questo non fa bene alla democrazia, ed è per questo che il Parlamento deve trovare il modo per ricomporre il Plenum".  Così Marina Sereni rispondendo alle domande di Radio Radicale.
Segue...


 [segue...]

PD: L'ERRORE DEGLI ADDII
Quando qualcuno abbandona il partito non è mai un sollievo, è sempre un fatto negativo. La pensavo così anche quando alcuni anni fa, segretario Bersani, diversi amici provenienti dalla Margherita - tra cui Rutelli, che era stato uno dei fondatori del Pd - decisero di uscire. La penso così anche oggi e, anche oggi, credo che la motivazione di chi ha scelto di lasciare il Pd sia profondamente sbagliata. Allora, nel 2009, si riteneva che la gestione di Bersani stesse allontanando il Pd dal suo progetto originario, schiacciandolo sull' identità degli ex ds. Per me, che pur provenendo dai Democratici di Sinistra avevo scelto di sostenere Franceschini al Congresso, quell' argomento suonava irritante. Non perché non fossi sensibile al tema di dare al Pd un profilo culturale, politico e organizzativo del tutto nuovo rispetto ai partiti del passato, per fondare una casa comune dei riformisti aperta alle domande di partecipazione e di rinnovamento della politica che la società italiana da tempo esprimeva.  Leggi il mio intervento su l'Unità... [segue...]
"La riforme avviate e fatte dall’Italia negli ultimi mesi sono un fattore determinante di sviluppo; la fiducia  del sistema economico, come dice l'Istat, è tornata a crescere a livelli pre-crisi; Juncker  apre sulla flessibilità di bilancio per quei Paesi che più di altri si fanno carico di chi fugge da fame e da guerre… Il vento sta cambiando e a questo ha contribuito anche l’ Expo che chiuderà i battenti tra due giorni, dopo uno straordinario afflusso di pubblico ed un'enorme quantità di delegazioni provenienti da ogni parte del mondo". Una mia riflessione su l'Unità ...Segue... [segue...]
"Marina Sereni è una delle donne di punta del Pd nazionale. Vice presidente vicaria della Camera, ha alle spalle un' esperienza consolidata, che dai Ds arriva fino al Pd di Renzi. Dove non si trova male, anzi, forse perché, forte della sua precedente esperienza diplomatico- politica di responsabile Esteri, ha preso il meglio della nuova esperienza, senza lasciarsi incalzare dai rimpianti. Marina Sereni sarà ospite questa sera alle 21 della Festa dell' Unità. Adesso ragiona del caso Liguria e delle primarie, della forma partito, delle parole Bersani che sarà a Genova domani venerdì, a proposito della libertà di coscienza, quando si devono votare articoli che toccano la Costituzione. E poi le donne della politica. Che hanno cambiato qualcosa. Non solo nell' immagine del Parlamento. Wanda Valli su La Repubblica Gevova

 [segue...]
LA DEMAGOGIA FA MALE ALLA SANITA'
Cosa sta succedendo? Com’è che da qualche giorno i media sono scatenati nella rincorsa di chi trova più interviste, più commenti, più indignazione nel contrastare “l’imminente, ennesimo, irresponsabile taglio alla sanità pubblica”? Cominciamo dal Decreto Enti Territoriali, approvato ieri dal Senato, raccontato da giornali, blog, tv… come taglia-sanità che sta suscitando allarme tra i cittadini, alzate di scudi, polemiche più o meno strumentali e disinformate.  Il DL prevede semplicemente il recepimento di quanto concordato dal Governo con le Regioni italiane che hanno approvato, nessuna esclusa, il nuovo Patto della Salute. Continua...  [segue...]
L'INTERVENTO DI MARINA SERENI
"Ci sono due punti che io credo possiamo affrontare, tutti insieme, nel futuro. Quando si cominciano le riforme, avendo noi sollecitato un'aspettativa molto alta, non possiamo fermarci. Se le riforme sono vere, non possono accontentare tutti: chi ha fatto l'amministratore locale, chi ha governato, chi governa, lo sa benissimo. Se ci fermiano perde  il PD, tutto il PD (...). La seconda questione riguarda il PD. credo che abbiamo toccato con mano come il radicamento e la presenza del Partito democratico nel territorio si  sia andata sfilacciando(...9 Come facciamo noi ad essere la coalizione sociale per il cambiamento? Ecco il video dell'intervento di Marina Sereni alla direzione PD  [segue...]
ITALICUM: Lo scontro è alle spalle, ora uniti alle Regionali

C’è il momento dell’ascolto e del confronto, non solo con il partito, anche con l’esterno. Però poi c’è anche il momento della decisione e della responsabilità», afferma Marina Sereni, vice presidente della Camera. Dagli inizi con la Federazione giovanile comunista passando per i Ds e fino ad oggi, la deputata del Pd fa tesoro della sua esperienza per «puntare alla massima unità possibile». E assicura che non c’è nessun autoritarismo: «La preparazione della legge è durata 14 mesi, se si guarda la prima versione e l’ultima è difficile dire che non ci sia stato confronto L’Italicum è legge, è una vittoria anche se non tutti sono contenti. «La legge c’è e questo è un fatto che anche chi ora non condivide l’impianto, riconoscerà. È difficile dire che non è stato fatto un passo avanti rispetto, non solo al Porcellum falciato dalla Corte Costituzionale, ma anche al Consultellum. C’è stata una discussione aspra, è vero, ma penso, anche se io non sono per i trionfalismi, che domani il passo avanti sarà riconosciuto da tutti». Leggi tutta l'intervista...

 [segue...]
Sereni, la vice della Boldrini: «L' intervento sulla decretazione d' urgenza spetta a Mattarella»

La vicepresidente PD della Camera, Marina Sereni, è più cauta rispetto a Matteo Renzi. Ma su Laura Boldrini ammette: «È legittimo che abbia opinioni politiche, anche se a volte non le condivido». [segue...]

La Lega, il Pd, Montecitorio, Renzi, Boldrini...
Sotto il tiro incrociato delle domande irriverenti di Giorgio Lauro e di Claudio Sabelli Fioretti a Un giorno da pecora su Radio2Rai: la Lega, il Pd, l'aula di Montecitorio, Renzi, Boldrini...Ecco la puntata integrale  [segue...]
Direzione Pd
In studio con Marina Sereni (Pd) Vicepresidente della Camera dei deputati. Intervista di Francesca Sforza. [segue...]
"Il Pd deve assumere seriamente la domanda di innovazione che viene da molti ambienti diversi, da un elettorato che non vota più in modo ideologico e che si esprime sulla base delle proposte che la politica avanza..." [segue...]
“Avanti sul Senato. Renzi mantiene quel che promette
“Sulle riforme è bene che le opposizioni concorrano, ma noi non ci fermeremo, e andremo avanti in ogni caso con chi ci sta": così Marina Sereni del Pd, vice presidente della Camera, intervistata da Valentina Antonello di Rainews24. [segue...]
"I megastipendi da 3/400 mila euro annui lordi dei segretari di Camera e Senato e dei loro vice potrebbero essere tagliati nel giro di qualche mese." [segue...]
"Senza strappi, ma pensiamo sia giusto che anche Camera e Senato diano il loro contributo alla spending review" [segue...]
Una spending review anche per Camera e Senato
"Se, come sembra e come spero, questa diventerà la legislatura delle riforme, quella attraverso cui dare al nostro Paese un sistema politico e istituzionale più efficiente, più vicino ai cittadini, meno burocratico e meno costoso, allora è indispensabile che anche le "macchine" di Camera e Senato siano chiamate a contribuire sensibilmente" [segue...]
La Vicepresidente della Camera, Marina Sereni, in visita a Rondine
"Sono contenta di essere riuscita a visitare di persona la Cittadella della Pace "- con queste parole la Vicepresidente alla Camera dei Deputati si rivolge ai giovani dello Studentato Internazionale di Rondine durante la visita alla Cittadella di lunedì 10 marzo. [segue...]
Quote rosa: “Sì alla riforma anche se PD lo ha già fatto”
“Credo che un meccanismo che incentivi, che aiuti, che obblighi le forze politiche a candidare in posizione eleggibile le donne sia positivo, tuttavia è vero anche che ci sono forze politiche come quelle del Partito Democratico che hanno portato quasi il 40% delle donne in Parlamento senza una norma, quindi sì  serve una riforma in tal senso, ma serve anche la volontà politica.” [segue...]
I
L'Aula della Camera ha osservato ieri un minuto di silenzio tributando poi un applauso unanime alla memoria di Alberto Provantini che, come deputato, ha fatto parte a lungo di Montecitorio. Erano presenti i suoi familiari. A ricordarne la figura è stata Marina Sereni, vice presidente della Camera dei Deputati. [segue...]
Andrea Pancani ospita in studio Francesco Paolo Sisto (Forza Italia), Marina Sereni (Pd), Nicola Fratoianni (Sel), Andrea Romano (Scelta Civica), Andrea Malaguti (La Stampa) [segue...]
Boccali ha fatto  bene, bisogna costruire una proposta intorno a lui. Così come Leonelli è il miglior candiato alla segreteria regionale. Questo non vuol dire che non serva rinnovamento. Marina Sereni risponde al Corriere dell'Umbria, sui prossimi appuntamenti regionali e non solo, del Pd e non solo in un'intervista di Alessandro Antonini. [segue...]
La presentazione del "Programma Italia 2019" è stata al centro di una conferenza stampa promossa dalle vice presidenti di Camera e Senato, Marina Sereni e Linda Lanzillotta, d'intesa con Cidac - Associazione delle città d'arte e cultura. [segue...]
Una piattaforma comune con l'ok di Camera e Senato per sviluppare i progetti delle 19 città escluse. [segue...]
Non una, ma venti capitali italiane della cultura per il 2019. E' l'ambizioso progetto del "Programma Italia 2019" illustrato dalle vice presidenti di Camera e Senato, Marina Sereni e Linda Lanzillotta, insieme al segretario generale del Cidac, Ledo Prati. [segue...]
"Chiediamo che la progettualità elaborata per valorizzare la cultura in questo Paese diventi per l'Italia un grande volano di crescita". La dichiarazione, di Marina Sereni, raccolta dall'Agenzia Vista e trasmessa da Tg1, Tg2, Tg3, Rainews 24  [segue...]
Presentato il progetto che ha come obiettivo la valorizzazione dei dossier delle candidate a capitale europea della cultura. L'appello a Letta: «Non vengano dispersi gli sforzi» [segue...]
Marina Sereni e Linda Lanzillotta in campo per la valorizzazione dei 21 dossier delle città concorrenti. [segue...]
Non una, ma ben 20 capitali della cultura per il 2019 (...) valorizzare tutti i progetti delle città che nei mesi scorsi hanno partecipato al bando ministeriale per la Capitale Europea della Cultura, tra le quali Mantova. [segue...]
E' l'ambizioso obiettivo di un progetto illustrato dalla vice presidente del Senato Linda Lanzillotta, dalla vice presidente della Camera Marina Sereni e dal segretario generale del Cidac - Associazione delle città d'arte e cultura. [segue...]
Non potevamo diventare giudici o poliziotte. Se c'era di mezzo l'onore un femminicidio passava impunito. Era lecito licenziarci se ci sposavamo o facevamo un figlio. Non accadeva nel Medioevo, ma pochi decenni fa. Per conquistare diritti che oggi ci sembrano elementari ci sono volute battaglie lunghe e difficili. che non vogliamo dimenticare. Il libro "Le leggi delle donne che hanno cambiato l’Italia", voluto dalla Fondazione Nilde Iotti, ce lo ricorda. Marina Sereni, vicepresidente della Camera, lo ha consegnato alle giovani deputate del Parlamento come fosse il testimone da tramandare alle nuove donne della politica: «Andate avanti, adesso tocca a voi», è il messaggio della Sereni alle colleghe. [segue...]
Le leggi delle donne su TG Parlamento
le leggi delle donne su AreaNewsTv, servizio di Nicola Corda
Mai come in questa legislatura ci sono state tante donne elette in Parlamento ma le conquiste di quelle che le hanno precedute sono entrate nella vita quotidiana. E' per questo che la vicepresidente della Camera Marina Sereni ha voluto regalare per Natale alle 198 deputate un libro, edito dalla Fondazione Nilde Iotti, “Le leggi delle donne che hanno cambiato l’Italia”: conquiste importanti, che oggi diamo per scontate, dal diritto di famiglia al divorzio, dalle norme di tutela nel mondo del lavoro all’ingresso delle donne in magistratura. [segue...]
Intervista a Marina Sereni sul libro:
La vice presidente della Camera, Marina Sereni, ha reso omaggio oggi alle deputate della XVII legislatura e in particolare alle più giovani, ragazze di neppure trent'anni entrate per la prima volta alla Camera dieci mesi fa. Convocate nella sala Aldo Moro di Montecitorio, ha regalato simbolicamente per Natale alle 198 parlamentari il volume: “Le leggi delle donne che hanno cambiato l'Italia”, curato dalla fondazione Nilde Iotti presieduta da Livia Turco. [segue...]
70 anni di leggi delle donne: ora ce ne regaliamo una sugli asili nido?
Il regalo della
Il blog di Maria Teresa Meli, "Voci dal Palazzo" su Iodonna, il femminile de IL CORRIERE DELLA SERA [segue...]
RADIO 24 Afghanistan 2014: anno di svolta ma non di abbandono
Preoccupazione per le donne afghane alla vigilia della fine della missione Isaf nel paese. Se ne parla nel seminario a Montecitorio tra il gruppo di contatto delle parlamentari italiane e delle donne afghane coordinato dal vicepresidente della camera, Marina Sereni. Sentiamola ai microfoni di Vincenzo Miglietta di Radio24. [segue...]
Seminario sulle prospettive delle donne in Afghanistan: Radio Radicale intervista Marina Sereni
Marina Sereni ospite del programma
Marina Sereni ospite del programma
Marina Sereni ospite del programma di Rai 3
Marina Sereni ospite del programma di Ra1 3
Marina Sereni a Bologna per il 3° Forum europeo sul diritto allo studio
La sfida del cambiamento per ripartire
RIFORME, SFIDA PER NOI
Dal 2008 mille euro in meno e io faccio la spesa alla Coop
LA RIVINCITA DELLA POLITICA
Scelgo Dario per far ripartire il PD. Anche l'Umbria ne ha bisogno
Perché sto con Dario. Scelta politica e personale
L'Italia torni
Pio La Torre: perché la mafia lo temeva
Quando i nomi sembrano vecchi recinti
Una riforma anche nostra
Cinque risposte da Marina Sereni
Fine vita: il PD ha scelto
La sentenza va attuata ma è legittima l'obiezione di coscienza dei medici
Un 25 ottobre riformista
Così faremo opposizione
Sereni: sì, una brutta uscita. Ha colpito il bersaglio debole
Ci è stata fatta una proposta immorale. Il Lodo è una falsa emergenza
La rivincita del PD partirà dai giovani
No a vecchie logiche. Radichiamo il PD nel Paese
Al PD serve il radicamento
Pd a caccia di indecisi anche nella
Per vincere occorre unire il paese
Salari, precarietà, innovazione. E voglia di sviluppo
Sereni viaggia in minibus
Busta pesante, c'è lo sconto
A breve dal governo novità per i cittadini umbri
Busta pesante Sarà restituita al 40%
Le nostre priorità
Un partito chiaro. Per statuto
Sereni, Pd:
Sereni: si a confronto: ma senza crociate
Congresso, per non restare provvisori
Il peggior trasformismo, ma il dialogo va avanti
La strada per la pace in Medio Oriente passa anche per Ankara
La Turchia è un prezioso alleato per l'Italia nelle partite più difficili (come l'atomica iraniana)
La scatola con l'apriscatole
Non tirate troppo la corda, così il governo cade
La svolta deve essere confermata nei fatti
I diritti dei gay vanno difesi sempre e ovunque
Perché sto con Walter
Perché scelgo Walter
Non mi piace un partito di soli numero uno
Con Howard Dean e Hillary Clinton
Mi sento già sullo scalone...
Le primarie di Hillary ( e di Walter)
Il Pd in Europa, il tema interessa anche qui
Il visto per il Partito democratico
Le loro primarie e le nostre
La Marina americana
Con l'uncinetto curo il vizio della politica
Diktat e rigidità frenano il dialogo
Sereni (Ds): le feste dell'Unità ideali per raccogliere adesioni
«L'autosufficienza della sinistra non paga ma Sarkozy è lontano dalla nostra destra»
«Ci impegneremo affinché Bayrou sostenga Royal»
Ora il centrodestra cami tono. Il Governo non ha nulla da nascondere
In politica pesiamo meno che nella società. Bisogna cambiare
Sereni: Iniziativa strana mi ha colpito di sopresa
Sulle riforme una coalizione più unita
Al vertice ci sarà accordo su Pacs e Afghanistan
Sereni:
Basta ideologie, guardiamo a cosa chiede la gente
Marina Sereni, 2009-2015