Marina Sereni
Marina Sereni
<b>899</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>32</b> Eventi da me promossi
<b>128</b> Interventi a Montecitorio
<b>122</b> Impegni in Italia
<b>47 </B> Missioni e incontri internazionali
27-10-2014
L'ESECUZIONE IN IRAN
"NEL RICORDO DI REYHANEH, CAMBIAMO LE LEGGI DEGLI UOMINI"
"La mobilitazione internazionale non è stata sufficiente a impedire l’esecuzione della giovane iraniana Reyhaneh condannata a morte perché accusata di aver ucciso l’uomo che l’aveva stuprata. Nell’ultima lettera indirizzata alla madre, Reyhaneh, ormai rassegnata a morire, racconta di una giovane vita  che fino all’ultimo si è battuta contro una legge ingiusta e inumana, che calpesta i più elementari diritti delle persone e delle donne. Proprio noi, che pure crediamo che con l’Iran di Rohani si debba dialogare per cercare soluzioni possibili alle crisi in atto nella regione; proprio noi che vogliamo si concluda positivamente il negoziato in corso tra la comunità internazionale e Teheran sul nucleare, sentiamo di dover raccogliere quell’appello, e non abbassare mai la guardia sulla difesa dei diritti. L’abolizione della pena di morte, come ha ribadito anche  Papa Francesco parlando anche dell’ergastolo, è una battaglia da combattere ogni giorno. Il dolore per Reyhaneh è grande e il suo ultimo appello, quello in cui affida al “tribunale di Dio” la decisione sui suoi esecutori, deve dare a noi che facciamo politica su questa terra la forza per cambiare le leggi degli uomini".
Marina Sereni, 2009-2015