Marina Sereni
Marina Sereni
<b>949</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>34</b> Eventi da me promossi
<b>150</b> Interventi a Montecitorio
<b>135</b> Impegni in Italia
<b>55 </B> Missioni e incontri internazionali
03-11-2014
DATI ISTAT
"DOCCIA GELATA PER IL GOVERNO? NO, LA STRADA E' QUELLA GIUSTA"
"I dati sull’economia italiana resi noti oggi dall’Istat dovrebbero consigliare a tutti di evitare letture strumentali: non permettono commenti entusiastici, perché confermano che il 2014 si chiuderà con un segno meno davanti al Pil, ma non consentono neppure titoli polemici contro le scelte dell'Esecutivo, poiché anzi proprio quelle previsioni rafforzano l'impostazione seguita dal Governo.  L'Istat ci dice infatti che nel 2015 possiamo finalmente uscire, seppure lentamente, dalla recessione, che finalmente aumenta, seppure di poco,  la propensione al consumo delle famiglie, che la disoccupazione non sta ancora diminuendo quanto sarebbe auspicabile anche se sembra rallentare la caduta. In sostanza l'Istituto di statistica nazionale avverte che dalla crisi non si esce facilmente e che l'Italia deve affrontare problemi di fondo, per rilanciare gli investimenti, creare lavoro, sostenere le famiglie. Esattamente gli obiettivi che il Governo Renzi ha messo al centro del programma di riforme, a partire dal Jobs act e dalla legge di Stabilità. In particolare è evidente che spending review e lotta all'evasione sono indispensabili perché, se vogliamo confermare la scelta della riduzione delle tasse su lavoratori e imprese, non possiamo permetterci di far scattare l'aumento dell'Iva previsto come clausola di salvaguardia per il 2016. La strada da percorrere è stretta e in salita, l'eredità del passato è pesante. Per questo solo una forte volontà di cambiare comportamenti e consuetudini da parte di tutti possono concretizzare e consolidare la via della ripresa". 
Marina Sereni, 2009-2015