Marina Sereni
Marina Sereni
<b>899</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>32</b> Eventi da me promossi
<b>128</b> Interventi a Montecitorio
<b>122</b> Impegni in Italia
<b>47 </B> Missioni e incontri internazionali
26-11-2014
PIANO JUNCKER
"L'EUROPA TORNA FINALMENTE A PARLARE LA LINGUA DELLA CRESCITA"
“ Piuttosto che niente meglio piuttosto, recita un saggio detto popolare... E' solo un primo segnale, ma dopo anni in cui l’Europa ha parlato soltanto di rigore finanziario, praticando una politica di austerità che ha prodotto recessione, diseguaglianze e disoccupazione, oggi finalmente si inverte la rotta e si ricomincia a fare scelte per la crescita, il lavoro, gli investimenti.  La battaglia del Pd e di tutto il Pse, che ha condizionato a questo impegno il proprio consenso alla presidenza Juncker,  ha oggi un suo primo, importante risultato”.

 

Così la vice presidente della Camera, Marina Sereni.

 

“Rimettere al centro del progetto europeo "la sacralità della persona umana" anziché l'economia, come ha chiesto ieri Papa Francesco, è il solo modo per restituire fiducia ai cittadini, soprattutto ai meno fortunati. È di questo che abbiamo bisogno per combattere egoismi e nazionalismi, per contrastare le forze populiste ed euroscettiche che si alimentano della paura e della insicurezza dei ceti più deboli e più colpiti dalla crisi."

 

“Le risorse nuove previste per il finanziamento del piano Juncker non sono ancora adeguate, ma, se saranno il volano di altri fondi pubblici e privati, allora si potrà dare un concreto segnale di cambiamento, con l'ambizione di attuare grandi progetti di dimensione europea e di creare un numero significativo di posti di lavoro ".

Marina Sereni, 2009-2015