Marina Sereni
Marina Sereni
<b>931</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>34</b> Eventi da me promossi
<b>138</b> Interventi a Montecitorio
<b>127</b> Impegni in Italia
<b>53 </B> Missioni e incontri internazionali
15-06-2015
BALLOTTAGGI
"RIFLETTERE A LIVELLO LOCALE E NAZIONALE SU SCONFITTE "
"Mi piacerebbe che i dirigenti locali e nazionali del nostro partito, di fronte all’esito dei ballottaggi che certo ci consegna alcune sconfitte cocenti – come Venezia, Arezzo, Nuoro e Matera – accanto a risultati positivi e conferme – come Mantova, Lecco, Trani, Macerata – si  astenessero da letture “correntizie” di questo voto. Come giustamente segnalava ieri il professor D’Alimonte  i ballottaggi sono prove particolari, in cui i candidati sindaci devono non solo rimotivare gli elettori che li hanno già scelti al primo turno ma anche  cercare il consenso di alcuni  tra quelli che invece quindici giorni prima avevano preferito altre opzioni. Difficile dunque, in questo senso,  pensare che il clima nazionale conti di più della situazione locale. Per queste ragioni chiunque liquidi questo risultato con una spiegazione semplicistica non aiuta certo il Pd a capire quali sono stati i punti critici, perché gli elettori hanno preso le distanze da noi e dai nostri candidati in realtà in cui abbiamo amministrato per molti anni. Se c’è un messaggio generale che ne dobbiamo trarre è che la destra non è morta che resta un avversario temibile, accanto alla sfiducia e all’antipolitica,  e che dunque il Pd deve lavorare di più e meglio per rendere convincenti le sue proposte e le sue idee a tutti i livelli".

 

Marina Sereni, 2009-2015