Marina Sereni
Marina Sereni
<b>941</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>34</b> Eventi da me promossi
<b>140</b> Interventi a Montecitorio
<b>127</b> Impegni in Italia
<b>54 </B> Missioni e incontri internazionali
28-09-2015
ELEZIONI IN CATALOGNA
"BARCELLONA CHIAMA MADRID...E BRUXELLES"
"Il risultato delle elezioni regionali in Catalogna sarà oggetto di molte accese discussioni nelle prossime settimane. I numeri stessi si prestano a più di una interpretazione: i partiti indipendentisti hanno la maggioranza dei seggi ma non quella assoluta degli elettori e, in ogni caso, l’opinione pubblica catalana risulta fortemente divisa sull’opzione della separazione dalla Spagna.  Le ragioni della forte affermazione della coalizione favorevole alla secessione sono numerose, non ultima l’incapacità del Governo conservatore spagnolo di interloquire con le preoccupazioni che le forze autonomiste catalane pongono da tempo e con i problemi che la crisi economica di questi anni ha acuito. Qualcuno afferma che in fondo un processo di disgregazione degli Stati nazionali potrebbe favorire la creazione di un’Europa federale. Personalmente ritengo invece che l’avanzata di nuovi e vecchi nazionalismi possa rendere più difficile, se non impossibile, il processo di un’Europa politica più autorevole, legittimata democraticamente, capace di decidere sulle questioni comuni principali.  Se dunque il voto popolare della Catalogna interroga senza dubbio Madrid, che deve cercare una strada politica ragionevole per gestire la possibile richiesta di indipendenza, ci sono motivi  di riflessione anche per Bruxelles, che di fronte all’avanzare di forze autonomiste e nazionaliste deve rilegittimarsi democraticamente agli occhi dei cittadini europei".

 

Marina Sereni, 2009-2015