Marina Sereni
Marina Sereni
<b>941</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>34</b> Eventi da me promossi
<b>140</b> Interventi a Montecitorio
<b>127</b> Impegni in Italia
<b>54 </B> Missioni e incontri internazionali
02-11-2015
ELEZIONI IN TURCHIA
"RISULTATO NETTO, PROSPETTIVA INCERTA. NO INDIFFERENZA UE"

"La schiacciante vittoria del partito di Erdogan arriva dopo una campagna elettorale drammatica, segnata da violenze e da una stretta senza precedenti sulla libertà di stampa. Il risultato è anche in gran parte figlio di questo clima, di una propaganda governativa che ha cercato di identificare l'opposizione - e in particolare i curdi - con i rischi di instabilità e con la minaccia terroristica. Ora si apre una fase oggettivamente molto delicata poiché, se da un lato l'Akp potrà senza problemi dare vita ad un governo stabile, dall'altro è prevedibile che Erdogan non rinuncerà a cercare i numeri per una modifica costituzionale dai risvolti preoccupanti sotto il profilo democratico. La lotta contro Daesh, la necessità di ricercare assetti più stabili e pacifici in questa area del mondo, l'emergenza dei profughi che fuggono dalla guerra e dal terrore: tutto questo richiede il coinvolgimento dei principali attori regionali inclusa ovviamente la Turchia. Al tempo stesso i paesi occidentali, e l'Europa in particolare, non possono restare indifferenti di fronte all'evoluzione della situazione politica in Turchia. Proprio perché questo paese è un alleato indispensabile nella lotta al terrorismo in Siria e in Iraq, abbiamo il diritto-dovere di vigilare sul rispetto dei fondamentali diritti democratici e di spingere Erdogan e il suo partito verso una gestione responsabile della vittoria elettorale".

Marina Sereni, 2009-2015