Marina Sereni
Marina Sereni
<b>904</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>33</b> Eventi da me promossi
<b>134</b> Interventi a Montecitorio
<b>123</b> Impegni in Italia
<b>52 </B> Missioni e incontri internazionali
04-11-2015
MASTERPLAN PER IL MEZZOGIORNO
"LA SFIDA PER UN SUD PROTAGONISTA DEL SUO SVILUPPO"
"Non è  un libro dei sogni, ma un tentativo serio di definire un piano di sviluppo e rilancio del Sud.  Il “Masperplan” per il Mezzogiorno, di cui il Governo ha diffuso le linee guida, è un testo insieme politico e operativo che da un lato impegna l'esecutivo in maniera chiara e pragmatica e, dall'altro, invita alla cooperazione tra le istituzioni e tra queste e i cittadini. Una vera e propria politica industriale per il Mezzogiorno; opere infrastrutturali materiali e immateriali come la banda ultra larga;  aggregazione delle società partecipate locali per garantire migliori servizi ai cittadini e ridurre gli sprechi di denaro pubblico; investimenti per fare del Sud un importante scalo delle merci in arrivo dal Mediterraneo: oltre alle risorse ordinarie nei prossimi anni saranno disponibili 95 miliardi di Fondi europei da spendere entro il 2023... Qualcuno obietterà che si tratta di parole, di qualcosa calato dall'alto, ma le scelte operative dei 15 Patti per il Sud  (uno per 8 Regioni e uno per ciascuna delle sette città metropolitane) arriveranno entro fine anno nel confronto con Regioni e città metropolitane.

 La sfida è chiara: spendere tutti questi fondi, spenderli bene. Dopo tante polemiche e contrapposizioni, che stanno toccando anche la Legge di Stabilità,  ora c’è qualcosa di scritto, una traccia che è un impegno per tutti. Dal Governo, ai sindaci, ai governatori del Mezzogiorno, ai cittadini. Perché, come si legge nel Masterplan “la società civile del Mezzogiorno diventi protagonista del progresso economico e civile”.

Marina Sereni, 2009-2015