Marina Sereni
Marina Sereni
<b>949</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>35</b> Eventi da me promossi
<b>169</b> Interventi e partecipazioni a Montecitorio
<b>140</b> Impegni in Italia
<b>55 </B> Missioni e incontri internazionali
09-11-2015
ELEZIONI IN BIRMANIA
"LA FORZA DI SAN SUU KYI PER STAGIONE DI PACE E DEMOCRAZIA"
"Una vita spesa per la libertà del proprio Paese, perché prevalesse la pace, il dialogo, la non violenza.  Libera o in carcere, tra la sua gente o ai domiciliari Aung San Suu Kyi non ha mai tradito se stessa, la sua moralità, e oggi il suo popolo l’ha premiata con la vittoria ormai certa della Lega nazionale per la democrazia.
La leader dell’opposizione birmana sta invitando, in queste ore, i suoi sostenitori alla prudenza, perché è difficile prevedere come reagiranno i militari e se e come sarà possibile coinvolgere nella svolta democratica il partito Usdp,  sostenuto dall'ex giunta militare, e  le minoranze etniche.  Nel 1990, Aung San Suu Kyi, fu arrestata e rimase in carcere 15 anni.  Myanmar e i militari oggi non sono quelli della Birmania di allora, e lo dimostra anche l’affluenza alle urne che ha sfiorato l’80%, ma la prudenza è necessaria e lo sguardo della comunità internazionale verso questa svolta è essenziale. La forza di questa donna apparentemente gracilissima possono ora regalare al popolo birmano e alla regione una stagione del tutto nuova di pace e democrazia”
Marina Sereni, 2009-2015