Marina Sereni
Marina Sereni
<b>931</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>34</b> Eventi da me promossi
<b>138</b> Interventi a Montecitorio
<b>127</b> Impegni in Italia
<b>53 </B> Missioni e incontri internazionali
25-01-2017
UN ANNO SENZA GIULIO REGENI
"VICINANZA AI FAMILIARI. VERITA' SU MANDANTI E ASSASSINI, L'EGITTO COLLABORI"
"Un anno fa Giulio Regeni, giovane ricercatore italiano, dottorando dell’università di Cambridge, sparisce nel nulla al Cairo dove stava lavorando, mentre si stava recando a piazza Tahrir per un appuntamento con un amico. Un anno durante il quale, tra silenzi e depistaggi, è emersa una sola certezza: Giulio è stato torturato per giorni da più persone. E’ morto dopo aver subito percosse, bruciature, tagli, colpi di bastone, coltellate. E’ morto a 28 anni, mentre, come ci conferma l’ultimo video reso noto dalla televisione egiziana, con rettitudine e onestà svolgeva la sua ricerca sui sindacati indipendenti egiziani.  Oggi, mentre si susseguono in molte parti d’Italia e sui media manifestazioni in suo ricordo - alle 19,41, ora della sua scomparsa anche una fiaccolata qui a piazza Montecitorio -   la mia vicinanza alla sua straordinaria famiglia che non ha mai smesso di lottare per la verità. Per ricordare Giulio e per ribadire l’impegno di ognuno di noi, delle istituzioni nazionali ed europee, degli investigatori, della magistratura… perché di  quell’omicidio pianificato si scoprano responsabili e mandanti. Per parte nostra, come ha ribadito il Presidente del Consiglio Gentiloni, non smetteremo di chiedere all'Egitto di collaborare per scoprire la verità su Giulio, per individuare e perseguire i responsabili di un delitto terribile che getta un'ombra nerissima sulla transizione di quel Paese dopo la caduta del regime di Mubarak".
Marina Sereni, 2009-2015