Marina Sereni
Marina Sereni
<b>883</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>31</b> Eventi da me promossi
<b>120</b> Interventi a Montecitorio
<b>114</b> Impegni in Italia
<b>47 </B> Missioni e incontri internazionali
07-03-2017
RIORDINO PROTEZIONE CIVILE
"PREVENZIONE ED EMERGENZA, ORA NORME EFFICACI E SEMPLICI"
E’ straordinariamente importante che questa legislatura abbia portato a compimento l’approvazione della legge delega con cui il Governo sarà chiamato a riorganizzare e rafforzare il sistema di Protezione civile. Un sistema simbolo dello Stato amico dei cittadini, indicatore del grado di civiltà di un Paese, in particolar modo di un Paese come il nostro caratterizzato da un'enorme fragilità. Non possiamo che ringraziare le colleghe e i colleghi che hanno presentato e sollecitato in questi anni l'approvazione di questo provvedimento che tra l'altro ha visto un'ampia convergenza e il contributo di tutte le forze parlamentari. La legge di riforma arriva peraltro dopo i drammatici terremoti che dall’estate scorsa hanno colpito l’Italia centrale, una calamità di estensione e dimensione eccezionale che ha reso evidente - accanto alle eccezionali competenze e capacità di risposta nell'emergenza - anche la necessità di un aggiornamento del sistema alla luce della complessità dei compiti che spettano alla Protezione civile. Dalla legge 225 del 1992, che ha istituito il Servizio nazionale della Protezione civile, tante sono state le emergenze e le contraddizioni che si sono manifestate. Era per questo urgente e necessario riordinare l'insieme della normativa, semplificando e chiarendo il quadro delle competenze e delle responsabilità, rendendo efficace il rapporto tra livello nazionale e locale, eliminando le criticità stratificatesi nel corso degli anni a causa delle numerosissime e disorganiche modifiche. Con la riforma - attraverso i decreti attuativi - l'Italia avrà un sistema nazionale di Protezione civile capace di intervenire nella prevenzione oltre che nell'emergenza, di agire con rapidità e trasparenza, di coinvolgere correttamente i diversi soggetti - istituzionali e di volontariato - presenti sul territorio. Una svolta necessaria, che ha visto il Partito Democratico in prima fila e che ora consente al Governo di intervenire rapidamente con i decreti attuativi per consolidare e difendere un patrimonio straordinario di competenze e di generosità che tutti abbiamo avuto modo di conoscere e apprezzare negli eventi drammatici di questi ultimi mesi.
Marina Sereni, 2009-2015