Marina Sereni
Marina Sereni
<b>899</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>32</b> Eventi da me promossi
<b>128</b> Interventi a Montecitorio
<b>122</b> Impegni in Italia
<b>47 </B> Missioni e incontri internazionali
16-03-2017
ELEZIONI IN OLANDA, VINCE RUTTE
"UN'ALTRA EUROPA E' POSSIBILE, SCRIVIAMO UNA NUOVA PAGINA"
                        Un’altra visione dell’Europa è possibile. Il voto olandese ci dice che è possibile arginare i populismi e lavorare - a partire dai paesi fondatori - per una narrazione positiva dell'Unione Europea. Il premier uscente Rutte ha subito un calo ma ha resistito; il partito euroscettico e anti immigrati di Wilders ha guadagnato limitati consensi e non ha sfondato.  Quella che pareva un’ondata inarrestabile è stata frenata forse anche grazie alla netta presa di posizione di Rutte nei confronti della Turchia.  L'ipotesi della Nexit esce dall'agenda politica europea e questo, senza voler trarre dal voto di ieri in Olanda conclusioni generali, è un elemento che ci fa guardare con fiducia anche alle  prossime delicate consultazioni in Francia e Germania.  Si tratta di due passaggi cruciali per il futuro del progetto europeo e per questo non possiamo che auspicare l'affermazione delle forze europeiste e progressiste, sostenitrici di un’Europa solidale, aperta, che punta sulla crescita e sul lavoro. Gli eventi che ospiteremo a Roma il prossimo 25 marzo per il 60 anniversario della firma dei Trattati di Roma rappresentano un'occasione per rinnovare la nostra visione dell'Unione. I sei Paesi fondatori (Francia, Germania, Italia, Belgio, Lussemburgo e Olanda), partendo dall’esigenza di prevenire nuovi conflitti,  realizzarono uno dei momenti storici più significativi del processo di integrazione. Oggi siamo chiamati a rilanciare, a promuovere riforme, ad alzare un solido argine contro sovranismi e populismi, a scrivere una nuova pagina, a costruire un futuro di sviluppo sostenibile e solidale per i nostri figli e nipoti".
Marina Sereni, 2009-2015