Marina Sereni
Marina Sereni
<b>949</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>36</b> Eventi da me promossi
<b>178</b> Interventi e partecipazioni a Montecitorio
<b>146</b> Impegni in Italia
<b>56 </B> Missioni e incontri internazionali
09-05-2017
GIORNO DELLA MEMORIA DELLE VITTIME DEL TERRORISMO
"LIBERTA' DEMOCRAZIA, SOLIDARIETA' CONTRO I SETTARISMI DI IERI E DI OGGI"
I terroristi cambiano volto, bersagli, strategie, ma sempre, in ogni epoca, colpiscono donne e uomini innocenti. Persone impegnate nella vita politica o sindacale che credono nella  democrazia;  ragazzi e ragazze per le strade durante uno spettacolo o una manifestazione;    giornalisti innamorati della verità e delle istituzioni; uomini e donne delle forze dell'ordine che fanno della sicurezza dei cittadini il dovere di ogni giorno... Anche in questo 9 maggio, Giornata della Memoria delle vittime del terrorismo, accanto ad Aldo Moro e Peppino Impastato,  con la cerimonia in Senato oggi sono state ricordate altre vittime: il giovane Walter Rossi, ucciso durante una manifestazione antifascista, l'agente della Polizia Claudio Graziosi, colpito mentre fuori servizio cercava di fermare dei brigatisti; il giornalista Carlo Casalegno e l'avvocato Fulvio Croce, anch'essi assassinati barbaramente dalla Brigate Rosse per aver difeso lo stato di diritto contro la follia della violenza terrorista. Accanto a loro sono stati ricordati gli italiani caduti negli attentati compiuti dal terrorismo internazionale a Parigi, Bruxelles, Tunisi, Nizza, Berlino. Una cerimonia che ha visto, insieme ai famigliari delle vittime e alle istituzioni, studenti e studentesse di scuole italiane che hanno lavorato sulla memoria e sulle tragedie del terrorismo. Una commemorazione per ricordare a tutti noi come siamo usciti da quegli anni oscuri. Senza rinnegare la nostra libertà e la nostra democrazia abbiamo vinto su chi voleva annientare lo Stato. Oggi dobbiamo fare altrettanto, non farci annientare dalla paura dell’altro perché la nostra forza, che viene dai valori di umanità e di solidarietà, è la sola che può sconfiggere settarismi e radicalismi di ogni segno e colore.
Marina Sereni, 2009-2015