Marina Sereni
Marina Sereni
<b>949</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>35</b> Eventi da me promossi
<b>170</b> Interventi e partecipazioni a Montecitorio
<b>141</b> Impegni in Italia
<b>55 </B> Missioni e incontri internazionali
05-11-2017
MASSACRO IN TEXAS
"AGLI USA SERVE UNA LEGGE PER IL CONTROLLO DELLE ARMI"
 “Le armi non c’entrano, è opera di uno squilibrato. "Abbiamo molti problemi di salute mentale, così come li hanno altri Paesi”.  Il presidente americano nega l’evidenza. Di fronte al nuovo sacrificio di innocenti uccisi non dai terroristi, ma da un americano legalmente armato,  Trump fa di ogni erba un fascio e, piuttosto che  riflettere sui 30mila americani uccisi ogni anno da armi da fuoco, pistole e fucili ‘personali’, parla di problemi di salute mentale condivisi con altri Paesi. La potente lobby delle armi ha protezioni politiche che travalicano i confini tra Repubblicani e Democratici e questa ennesima strage che segue centinaia di altre – ricordo soltanto l’ultima al concerto country di Las Vegas con 59 morti e oltre 500 feriti -  non cambierà le cose. E’ probabilmente vero che l’assassino di Las Vegas è uno squilibrato, ma anche l’ordine esecutivo di includere le informazioni su problemi mentali dell'acquirente prima di procedere alla vendita di armi è stata abolita da Donald Trump. Serve una legge severa sul controllo delle armi, soprattutto per quanto riguarda la vendita online. Ecco perché non ci resta che sperare che, prima di piangere altri innocenti, l’America che non si rassegna continui  la battaglia persa da Obama nei suoi otto anni di presidenza.
Marina Sereni, 2009-2015