Marina Sereni
Marina Sereni
<b>949</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>36</b> Eventi da me promossi
<b>178</b> Interventi e partecipazioni a Montecitorio
<b>146</b> Impegni in Italia
<b>56 </B> Missioni e incontri internazionali
13-02-2018
LE ACCUSE CONTRO OXFAM
"VIGILARE E CONDANNARE O A PAGARE SARANNO I DISPERATI DEL MONDO"
Lo scandalo sessuale che ha investito Oxfam GB (e che sembra riguardare anche altre  ong) probabilmente riguarda soltanto alcuni delle migliaia di operatori impegnati nei progetti di solidarietà ma quanto è stato pubblicato dal Times non soltanto rappresenta, come ha detto la ministra britannica per la Cooperazione internazionale “un fallimento morale” per i vertici dell’organizzazione, ma rischia di far scendere un’ombra inquietante su una delle più importanti entità benefiche del mondo occidentale e di mettere in forse donazioni necessarie per la vita di molti. Il direttore di Oxfam Italia, Roberto Barbieri, rassicura e ripete che i fatti risalgono ad anni passati e che le persone coinvolte sono state allontanate, ma serve davvero chiarezza, né bastano le dimissioni per “vergogna” della numero due della Ong  Penny Lawrence che era la direttrice del programma per la ripresa di Haiti al tempo dei festini organizzati con le ragazze in miseria dopo il terremoto. Non possiamo permetterci la degenerazione dell’umanitario, per questo servono regole generali, codici di condotta rigidi dentro le organizzazioni, strumenti di prevenzione, condanne dei responsabili. E nessuna opacità, pena la perdita di credibilità di cui pagherebbero le conseguenze i poveri e i disperati del mondo, coloro che hanno bisogno dell’aiuto di chi dona sperando di fare del bene.
Marina Sereni, 2009-2015