Marina Sereni
Marina Sereni
Per celebrare i 50 anni dalla nascita dell'IILA, l'Istituto italo latino americano, la Camera dei deputati ospita fino al 4 ottobre la mostra: "Un sogno italo-latino americano". Nell'inaugura insieme al viceministro Mario Giro, al presidente dell'IILa Juam Mesa Zuleta e al segretario generale dell'Istituto Donato Di Santo la bellissima e ricchissima esposizione  ho  voluto sottolineare che qualsiasi costruzione dell'uomo, a partire dalla democrazia, può declinare se nessuno ricorda perché è stata realizzata, se nessuno se ne cura o se ne occupa Una mostra per avere contezza del percorso che si è fatto, ma soprattutto  per  rilanciare un  Istituto che interessa l’Italia, che è interesse dell’Italia seppure non è dell’Italia, ma è nostro e di altri 20 Paesi e che 50 anni dopo la sua creazione porta avanti un’idea modernissima:  costruire una politica delle idee, dei valori e della conoscenza reciproca. [segue...]
Le notizie di cronaca, dalla Puglia, dalla Toscana, dalla Sicilia, da Roma… soltanto per citare gli ultimi giorni, ci farebbero pensare a un’emergenza femminicidi/stupri che le statistiche italiane ed europee smentiscono. Certo, non c’è da rallegrarsi se i dati del Viminale o dell’Agenzia europea per i diritti fondamentali dimostrano che sugli abusi di genere il nostro Paese sta meglio degli anni passati e meglio della civile Europa del Nord. Una sola donna uccisa o maltrattata o abusata è un dramma  e combattere la violenza contro le donne ogni giorno e non solo a parole è stata priorità della nostra agenda. Quello che abbiamo fatto fin qui e quello che faremo ogni giorno è stare al fianco delle vittime, dei loro familiari, dei loro figli, aiutare le strutture che proteggono le donne, mettere in campo delle leggi che puniscano severamente i colpevoli. [segue...]
Edificare una “civiltà modernamente prospera entro il 2021”, investire in innovazione e nella modernizzazione infrastrutturale, anche con riferimento alle “tecnologie verdi”, trarre il meglio dalle esperienze di politica economica condotte in Occidente, cogliendo insegnamenti anche dagli errori commessi… La Cina come super-potenza economica e politica, con tutti gli onori e gli oneri che tale status comporta, gli anni della presidenza di Xi Jinping, il legame con l’Italia con cui condivide uno storico vivace intreccio di scambi nell’arte, nella letteratura, nella musica alimentato anche ai giorni nostri con una sequenza di visite in Cina effettuate dai nostri vertici istituzionali nell’ultimo biennio… sono state al centro del mio intervento per la presentazione del volume “Xi Jinping: Governare la Cina” alla sala Zuccari del Senato.

  [segue...]

Incontro persone - elettori, militanti, dirigenti - del Pd e del centrosinistra e mi fanno tutte la stessa domanda: come va? Lo chiedono con una faccia preoccupata e speranzosa al tempo stesso. Preoccupata, per un clima segnato da polemiche e divisioni tra le forze politiche progressiste. Speranzosa, per i positivi risultati dell'economia - la crescita, la produzione industriale, l'occupazione - e per lo sforzo in atto, grazie al governo italiano, per  gestire in modo più efficace il dramma dei profughi e dei migranti. Chi segue il dibattito politico più da vicino non può non fare confronti con ciò che avviene a casa degli altri competitori. Nel M5S sta per consumarsi la farsa della  "elezione" (con il solito voto online tutt'altro che aperto e trasparente) del candidato premier e capo politico del Movimento. Malumori e divisioni restano sotto traccia e c'è da scommettere che da Rimini il duo Grillo Casaleggio farà di tutto per incoronare Di Maio in un apparente clima di totale unità. Da Fiuggi e da Pontida Berlusconi e Salvini hanno parlato ai loro dirigenti e militanti mandandosi messaggi non proprio pacifici sulla leadership, ma senza negare l'appartenenza allo stesso schieramento. Il Pd si prepara alla conclusione della Festa Nazionale di Imola mentre dalla nostra sinistra arrivano segnali non proprio distensivi... Dopo che alcuni esponenti di MdP, già dirigenti del Pd, hanno trascorso l'estate ad attaccare il Pd, la frase di Pisapia di qualche giorno fa non ha certo contribuito a rasserenare gli animi. Ho molta stima di Giuliano Pisapia e conosco diverse persone che guarderebbero volentieri al suo movimento se esso servisse per costruire un'area progressista più ampia del Pd. Ma è ancora questo l'obiettivo? Se sì bisogna sciogliere l'ambiguità ora, prima che si metta mano ad un'eventuale legge elettorale. Sono tra quanti auspicano che in Parlamento si creino le condizioni per una legge elettorale di Camera e Senato migliore di quelle uscite dalla Consulta. Ma sono consapevole anche dei numerosi ostacoli e dello spazio molto ristretto. In ogni caso il dibattito politico tra le diverse anime della sinistra di governo non segue ma precede la discussione sulla legge elettorale. E anche il nodo del rapporto con i moderati che non si uniscono a Berlusconi e Salvini si deve affrontare prima. Caro Giuliano, hai una grande responsabilità. Gli ultimi mesi della legislatura saranno impegnativi per coloro che vogliono un Paese più solidale, più aperto, più giusto. La manovra di Bilancio 2018, che comincerà il suo cammino nelle prossime settimane con il DEF, non meno della possibilità di concludere positivamente l'iter della legge sullo Ius soli sono importanti banchi di prova per quello che potremo proporre agli elettori nella prossima primavera.Molto ma non tutto dipende dal Pd. Renzi e il gruppo dirigente del Pd in queste settimane hanno mostrato un'apertura chiara. Gentiloni dal versante del Governo sta lavorando in questa stessa direzione: creare le condizioni per una convergenza già ora su obiettivi di equità, crescita economica e progresso civile condivisi da un ampio schieramento di forze di sinistra e riformiste. [segue...]
<b>941</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>34</b> Eventi da me promossi
<b>142</b> Interventi a Montecitorio
<b>128</b> Impegni in Italia
<b>55 </B> Missioni e incontri internazionali


E' tempo di tirare le fila di questa XVII Legislatura che ha già compiuto quattro anni. LAVORO e FISCO,  AMBIENTE, DIRITTI, SICUREZZA e GIUSTIZIA, WELFARE e SALUTE, SCUOLA e CULTURA, AGRICOLTURA… cos’è cambiato? Quali leggi organiche o quali provvedimenti ad hoc abbiamo approvato, qual è stato il nostro impegno sulla riduzione delle spese e il rilancio, a cominciare da EXPO?  Il Gruppo del PD della Camera dei Deputati sta facendo un grosso lavoro riassuntivo preparando schede sintetiche e chiare. Sono già tante e saranno ancora di più perché la pubblicazione continuerà ogni giorno raccontando quello che abbiamo fatto e quello che continueremo a fare fino alla chiusura della legislatura. [segue...]
 



Sull'argomento del mio editoriale di oggi, scrive Claudio Magris su Il Corriere della Sera. Vi consiglio la lettura...

«Sfidiamo il Pd», leggo sui giornali. Sarebbe logico che a lanciare questo guanto fosse un avversario – Salvini, Berlusconi o Di Maio, che legittimamente vogliono abbattere il governo di centrosinistra e legittimamente cercano di indebolirlo e prenderne il posto alla guida del Paese. 

Ma a proclamare quella baldanzosa sfida è Giuliano Pisapia, già valente sindaco di Milano vittorioso contro la destra e che ora, senza accorgersene e senza volerlo, oggettivamente aiuta la destra ad andare al governo, cercando di sgretolare l’unica forza politica che può impedirlo ovvero il Pd. 
 [segue...]

Partito Democratico
AREA Dem
Forum Terzo Settore
Marina Sereni, 2009-2015