Marina Sereni
Marina Sereni
<b>949</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>35</b> Eventi da me promossi
<b>169</b> Interventi e partecipazioni a Montecitorio
<b>140</b> Impegni in Italia
<b>55 </B> Missioni e incontri internazionali
18-09-2015
FESTA DEL'UNITA' DI AMELIA
"MIGRAZIONI: INTERVENIRE SU CAUSE, ATTREZZARCI A GOVERNARLE"
"Siamo di fronte ad un fenomeno di portata epocale destinato a cambiare il volto dell'Europa nei prossimi decenni. Per questo dobbiamo imparare a conoscere le cause profonde delle migrazioni e superare l'idea che siamo di fronte ad un'emergenza transitoria. Non possiamo banalizzare l'inquietudine che spesso l'immigrazione suscita nelle fasce più povere e anziane delle nostre comunità. Dobbiamo certo contrastare chi specula sulla paura ma abbiamo il dovere di spiegare ai nostri concittadini la dimensione reale di questo fenomeno per attrezzare la società italiana a governarlo guardando al medio periodo. Il dibattito che questa sera abbiamo svolto alla Festa de L'Unità ad Amelia è stato utile perché  ha consentito uno scambio di idee tra soggetti diversi: Caritas e Arci, impegnati nella gestione delle strutture di accoglienza dei rifugiati e richiedenti asilo, i Comuni umbri rappresentati dall'Anci regionale, un esperto del fenomeno come Nadan Petrovic, i Giovani Democratici che hanno promosso l'iniziativa. La svolta che dobbiamo produrre riguarda l'Europa intera. Dobbiamo intervenire sulle cause profonde delle migrazioni, con politiche di cooperazione e aiuto allo sviluppo, con iniziative nelle aree di crisi - a cominciare dalla Libia, con regole europee sia per l'accoglienza che per l'asilo. Ormai tutti riconoscono che nessun paese può affrontare da solo questa sfida, ed è per questo che non possiamo escludere, come estrema ratio, che si possa giungere a decidere anche a maggioranza nell'Unione".
Marina Sereni, 2009-2015