Marina Sereni
Marina Sereni
<b>931</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>34</b> Eventi da me promossi
<b>138</b> Interventi a Montecitorio
<b>127</b> Impegni in Italia
<b>53 </B> Missioni e incontri internazionali
12-09-2016
RICOMINCIA LA SCUOLA
"SUI BANCHI PER UN'ITALIA MIGLIORE, AUGURI A TUTTI"
Anche nella scuola provvisoria di Amatrice, realizzata con moduli prefabbricati, così come a Norcia, in questi giorni suonerà la campanella del primo giorno. Da oggi in poi,  tutti gli istituti italiani riprendono vita aprendo le porte a milioni di ragazze e ragazzi che insieme alle famiglie, agli insegnanti e al personale danno forza e senso alla scuola, vero motore di cambiamento e di crescita. 

Il pensiero va, prima di tutto, a chi comincerà le lezioni nelle aree del terremoto dove, sulla forza di distruzione della natura e sull’incuria  dell’uomo,  sta prevalendo la voglia di superare la tragedia, di andare avanti, di ricominciare. Ma gli auguri sono per tutti, per chi è al suo ‘primo giorno’, per chi continua, per chi impara e per chi insegna.

Dalla qualità della scuola dipende la qualità di un Paese e la possibilità di realizzare un futuro migliore. Perché questo succeda ci vuole l’impegno di tutti:  della politica, che deve continuare a mettere l’istruzione al primo posto della sua agenda; di chi istruisce quotidianamente, che deve avere la preparazione necessaria e sempre al passo con i tempi; delle famiglie, che devono promuovere nei loro figli l’amore per la conoscenza;  delle ragazze e dei ragazzi che devono impegnarsi  nello studio, principale strumento di crescita e di affermazione sociale.  Buon anno scolastico a tutti dunque.

È possibile che si registrino in questi giorni problemi organizzativi legati all'attuazione della riforma. E tuttavia è evidente che molte iniziative prese in questi ultimi anni verso il mondo della scuola hanno aggredito problemi strutturali antichi del nostro sistema, a cominciare da quello del precariato degli insegnanti. Non sarà tutto perfetto, ci sono ancora molti nodi da sciogliere, ma non può essere sottovalutato che, dopo anni di tagli, è in corso un piano di assunzioni straordinariamente ambizioso e impegnativo.

Marina Sereni, 2009-2015