Marina Sereni
Marina Sereni
<b>883</b> Ore. <b>22%</b> Totale sedute
<b>31</b> Eventi da me promossi
<b>120</b> Interventi a Montecitorio
<b>114</b> Impegni in Italia
<b>47 </B> Missioni e incontri internazionali
28-03-2017
LA PRESENTAZIONE DEL LIBRO: CINQUANT'ANNI NON SONO BASTATI
"LA LUNGA MARCIA VERSO LA PARITA' E' SOLO INIZIATA, AVANTI INSIEME"
"Cinquant'anni non sono bastati. Le carriere delle donne a partire dalla sentenza n. 33/1960 della Corte Costituzionale". Mi ha fatto molto piacere salutare oggi a Montecitorio le tante persone riunite per iniziativa della Sottosegretaria Paola De Micheli nella Sala della Regina per la presentazione di un volume, curato da Anna Maria Isastia e Rosa Oliva, che ci ha permesso di fare il punto sulla presenza delle donne nelle professioni, nella Pubblica Amministrazione, nelle imprese, nello sport, nella politica. Un libro molto utile, che raccoglie molti contributi diversi e che ripercorre attraverso tre parti - come eravamo, come siamo, come saremo - la lunga marcia delle donne verso la parità e le pari opportunità. Nella legislatura più femminile della storia repubblicana, anche alla luce dell'esperienza che stiamo compiendo alla Camera con l'Intergruppo delle deputate, ritengo che ogni occasione sia da cogliere per rilanciare un impegno trasversale delle donne presenti nelle istituzioni. Individuare obiettivi condivisi - come è accaduto in questi mesi sulle leggi di Bilancio o sulle norme a sostegno degli orfani di femminicidio o come successe nella passata legislatura per la legge Golfo che introdusse le quote nelle società quotate in borsa e in quelle pubbliche - può rendere più praticabile conquistare spazi e misure che facilitano le donne nel lavoro, nella conciliazione tra tempi famiglia e professione, nella partecipazione alla vita pubblica. Le leggi da sole non bastano, servono cambiamenti culturali e di comportamenti a tutti i livelli. Ma è molto importante che dalle istituzioni parta un messaggio verso i cittadini e le cittadine, soprattutto i più giovani, perché come ha brillantemente dimostrato la storia di Rosa Oliva - che da giovane laureata ebbe il coraggio di ricorrere contro il rifiuto della sua domanda per il concorso da Prefetto di fronte alla Corte Costituzionale - ci sono ancora molti traguardi da raggiungere e nessun diritto è garantito per sempre.
Marina Sereni, 2009-2015